Intervista a Roberto Recchioni

ARTICOLO SCRITTO PER NANOPRESS.IT

In occasione dei 30 anni di Dylan Dog, dopo aver recensito il numero 361 – Mater Dolorosa, Nanopress.it ha il piacere di intervistare l’autore dell’albo dei trentanni dell’Indagatore dell’Incubo, nonché curatore della testata, sto parlando di Roberto Recchioni.

Ciao Roberto e grazie per aver dedicato un po’ del tuo tempo a me e alle mie curiosità. Partiamo subito con le domande:

Mater Dolorosa, il titolo dice già tanto, ma quanto è importante, secondo te, la sofferenza per un uomo. E’ forse la condizione più rilevante ed importante per arrivare alla crescita di un individuo?
Mostrami un uomo che non ha mai sofferto e io ti mostrerò uno sciocco. Sono abbastanza convinto che solo attraverso la sofferenza si possa arrivare a capire l’esperienza umana. Questo non fa di me un pessimista, anzi. Il punto non è solo soffrire ma anche come si vive la sofferenza, come la si affronta, come ci cambia.

Continua a leggere